Per saperne di più sull’intelligenza – parte seconda

Per saperne di più sull’intelligenza – parte seconda

Influenze genetiche

Una considerevole quota di intelligenza generale è trasmessa per via ereditaria. Ad oggi la stima della quantità totale di intelligenza generale attribuita alle influenze genetiche va dal 30% all’80%. I domini delle capacità cognitive, come le capacità verbali e quelle percettivo-organizzative, mostrano un livello simile di influenza genetica poiché queste abilità specifiche sono fortemente correlate con l’intelligenza generale, mentre l’influenza genetica sulla memoria tende ad essere leggermente minore.

Efficienza della rete

Studi recenti hanno dimostrato che l’intelligenza non risiede in una singola regione cerebrale localizzata (come ad esempio quella del lobo frontale). Infatti l’intelligenza viene meglio rappresentata come una struttura a “rete”. Questo modello implica che un aumento dell’intelligenza richiede un più efficace trasferimento di informazioni tra le diverse aree cerebrali. Un cervello “più intelligente” è quindi in grado di elaborare le informazioni in modo più efficiente rispetto ad un cervello “meno intelligente”: utilizzerà pertanto una quantità minore di energia cerebrale per l’esecuzione degli stessi compiti cognitivi.

Bibliografia:

Deary, I. J., Penke, L., & Johnson, W. (2010). The neuroscience of human intelligence differences. Nature reviews neuroscience, 11(3), 201-211.

Adattato da: “Appunti di Laboratorio di Valutazione Psicologica” di Corrado Caudek ©2019

Lascia un commento